Share |

Cardone & Associates Reproductive Medicine & Infertility, LLC

Benvenuti

Benvenuti al centro di medicina della riproduzione ed infertilità Cardone LLC, dove il nostro team qualificato, grazie agli oltre 20 anni di esperienza nel campo della medicina riproduttiva, potrà affrontare tutte le vostre esigenze personali legate all'infertilità. Il Dr. Vito Cardone parla correntemente italiano. La nostra struttura puó accogliere i pazienti con i problemi più complessi, senza distinzione di diagnosi, stato civile e orientamento sessuale. Il nostro obiettivo è quello di aiutare le coppie affiatate ed i singoli a creare una famiglia sana.< /p>

La nostra struttura puó accogliere i pazienti con i problemi più complessi, senza distinzione di diagnosi, stato civile e orientamento sessuale. Il nostro obiettivo é quello di aiutare le coppie affiatate ed i singoli a creare una famiglia sana.

TOP

Servizi

Il centro di infertilità e medicina riproduttiva Cardone offre una tecnologia all'avanguardia nel campo della scienza della riproduzione e si rivolge ad ogni cliente con cura e compassione.

Servizi offerti:
  • FIVET, inseminazione intrauterina
  • PGD (diagnosi genetica preimpianto)
  • Ovodonazione
  • Utero surrogato
  • Disostruzione delle tube
  • Chirurgia riproduttiva, valutazione chirurgica e laparoscopia
  • Aborti spontanei frequenti
  • Analisi dello sperma
  • Valutazione ormonale
  • Infertilità primaria e secondaria
  • Infertilità maschile
  • Trattamento della policistosi ovarica (PCOS) e dell'endometriosi legate all'infertilità
  • Coppie omosessuali o single
  • Donne fino a 55 anni, previa approvazione medica, per ovodonazione

TOP

Filosofia ed intenti

Dopo aver operato nel campo dell'infertilità per oltre 20 anni, il Dott. Vito Cardone ha maturato l'esperienza nel somministrare tutti i tipi di cure avanzate a persone affette da problemi di fertilità.

Dopo l'apertura del primo centro privato indipendente per la fecondazione in vitro in Canada, il Dott. Vito Cardone e il suo team sono stati tra i primi ad introdurre nel New England le tecniche di maggiore avanguardia. Tra questi trattamenti avanzati si annoverano, tra gli altri: trasferimento di blastocisti, micro-iniezioni di sperma, ovodonazione, diagnosi genetica preimpianto (PGD) e aspirazione di spermatozoi dall'epididimo (microchirurgica e percutanea).

Molti dei colleghi del Dott. Cardone ne hanno riconosciuto la capacità di affrontare problemi medici difficili e complessi legati all'infertilità.

Il Dott. Cardone discute apertamente con i pazienti delle possibilità che una gravidanza vada a buon fine e lascia che siano loro a valutare i pro e i contro di sottoporsi a un trattamento, illustrando anche considerazioni di tipo medico, emotivo e finanziario.

Oggi, grazie ai trattamenti personalizzati, il Dott. Cardone cura i pazienti senza preoccuparsi del modo in cui questi rientreranno nelle statistiche. Se esiste anche la minima possibilità di una gravidanza, lui e il suo team si impegnano al massimo per renderla possibile.

Dopo tutto, al CRMI, il Dott. Cardone e il suo staff si occupano di pazienti e non di statistiche...

TOP

Team

Vito R.S. Cardone, Medico, Direttore Sanitario

Il Dott. Cardone ha conseguito una laurea di primo di livello alla McGill University di Montreal per poi ottenere la laurea in medicina alla Laval University in Quebec.

Ha completato il proprio tirocinio in ostetricia e ginecologia presso la McGill University. Possiede una specializzazione in ostetricia e ginecologia e viene considerato un pioniere nel campo dell'infertilità sia negli Stati Uniti che in Canada.

I primi interessi del Dott. Cardone per l'infertilità risalgono alla metà degli anni 70, quando si occupava di medicina materno-fetale a Montreal. Dopo la nascita del primo bimbo in provetta a Londra nel 1978, il Dott. Cardone ha iniziato a esplorare questa nuova tecnologia.

Nel 1986 concluse il proprio programma di addestramento e ricerca presso l'unità clinica dell'università di Port Royal a Parigi, dove fu membro del team che aveva testato la procedura di coltura intravaginale. In quello stesso anno, il Dott. Cardone fondò il Montreal Infertility Institute, il primo centro medico privato in Canada specializzato in fecondazione in vitro.

Gli argomenti della sua formazione post-laurea comprendono endocrinologia riproduttiva, tecnologia della riproduzione assistita, laparoscopia diagnostica, chirurgia laser e microchirurgia, compresa la disostruzione delle tube. Ha anche studiato e ha esperienza in fisiologia della riproduzione maschile, analisi spermatica, coltura tissutale, maturazione dei gameti, PGF, fertilizzazione e scissione.

Il Dott. Cardone è membro dell'American College of Obstetrics and Gynecology e del Royal College of Surgeons (Canada). Fa anche parte dell’American Society of Reproductive Medicine, della New England Fertility Society, e della Canadian Fertility and Andrology Society.

Il Dott. Cardone parla correntemente quattro lingue: inglese, francese, spagnolo e italiano.

Daniele Cardone, Manager del Programma di Ovodonazione/utero Surrogato

Daniele ha lavorato con il Dott. Cardone nel corso degli ultimi 20 anni in qualità di infermiera esperta in fertilità, direttore clinico e manager del programma di ovodonazione/utero surrogato. È stata co-fondatrice del Montreal Fertility Institute, poi ha istituito negli Stati Uniti uno studio medico sull'infertilità all'Atlanticare di Lynn, Massachussetts e ha fondato tre studi medici privati successivi con il Dott. Cardone. Prima di lavorare nel campo della fertilità, Daniele ha operato in Quebec, Canada, in qualità di infermiera pediatrica presso il St. Sacrament Hospital e il St. Justine Hospital. Ha conseguito un diploma in scienze sanitarie in Canada e la laurea breve in scienze sanitarie e infermieristiche presso la Laval University.

Daniéle Cardone a un Baccalauréat en Sciences Infirmières de l'Université Laval, Québec, Canada.

TOP

Ovodonazione

Il Dott. Vito Cardone, direttore sanitario, e il suo team sono stati i primi ad ottenere nel New England una gravidanza con ovodonazione.
Il programma di ovodonazione è stato istituito per aiutare le donne anovulatorie, quelle i cui ovuli e/o embrioni presentano malformazioni oche sono portatrici di patologie genetiche.

Come trovare una donatrice:

Le donatrici sono selezionate da agenzie specializzate che conosciamo bene. Tali agenzie sono in possesso di vasti elenchi di donatrici, con determinate caratteristiche specifiche tra cui il colore degli occhi e dei capelli, il peso, l'altezza, il livello di istruzione, ecc. Questo elenco offre ai destinatari la possibilità di scegliere una donatrice che abbia caratteristiche simili alle proprie.

Valutazione delle donatrici:

1. Test psicologico
2. Incontro con uno psicologo
3. Consulto iniziale con il Dott. Cardone o con Amy Kolano, infermiera specializzata
4. Test ematici da ripetersi un mese prima del prelievo degli ovociti e del trasferimento dell'embrione: HIV 1 e 2, epatite B, epatite C, sifilide
5. Altri test ematici, tra cui alcuni per valutare patologie genetiche
6. Colture vaginali: Gonorrea (GC)/Clamidia (CT)
7. Pap test
8. HIV 1 e 2 per il marito o il partner della donatrice

Attualmente la FDA (federal drug agency) è molto severa a proposito della donazione di organi o gameti.

I diritti delle donatrici e delle riceventi

Le intenzioni della donatrice e della ricevente sono chiare e inequivocabili fin dall'inizio. Quando la donatrice sottoscrive il modulo di consenso, rinuncia a qualunque diritto e rivendicazione nei confronti degli ovociti donati, degli embrioni o della prole che ne potrebbe risultare.

A sua volta, la ricevente solleva la donatrice da eventuali inconvenienti e si assume la responsabilità di eventuali problemi che si verificassero durante la gravidanza, di qualunque disabilità mentale o fisica, del sostegno finanziario, della cura, custodia, istruzione e salute del bambino o dei bambini nati dalla donazione. La ricevente à anche responsabile finanziariamente di eventuali embrioni congelati: conservazione, cura, 

Percentuali di successo

La percentuale di successo con una donatrice di età compresa tra i 21 e i 30 anni è circa del 70%. La maggior parte delle volte saranno disponibili embrioni congelati nel caso in cui non andasse a buon fine il ciclo con gli ovociti appena prelevati: la percentuale di successo con gli embrioni congelati è di circa il 30%.

Durata Del Soggiorno Della Ricevente Negli Stati Uniti

Gli esami di screening (test ematici, colture, analisi seminale, ecc.) si possono eseguire presso un centro di fiducia nel paese di appatenenza. Anche il consulto iniziale con il Dott. Cardone può essere effettuato telefonicamente, lo stesso vale per l'organizzazione di tutto il ciclo con gli altri membri del team (telefono, fax o e-mail).

Il ciclo completo fino al trasferimento dell'embrione dura da 2 a 3 settimane. Tuttavia sarà possibile iniziare in Europa il monitoraggio (test ematici ed ecografie saranno effettuate presso la vostra clinica, i risultati ci saranno inviati per fax o per e-mail e vi richiameremo per darvi indicazioni) e sarete tenuti a spostarvi negli Stati Uniti pochi giorni prima del trasferimento. Pertanto, il soggiorno potrebbe durare appena 1 settimana.

Per ulteriori informazioni, contattare Daniele Cardone, manager del programma, all'indirizzo danielec@cardonerepromed.com o al numero +117814389600 negli Stati Uniti.

TOP

Utero Surrogato

Il Dott. Vito Cardone, direttore sanitario, e il suo team sono stati i primi ad usare un utero surrogato con una delle loro pazienti.

Il programma di utero surrogato è stato istituito per aiutare le coppie che non sono in grado di avere una gravidanza per ragioni di natura medica. Tale programma consente loro di avere un bambino dotato del proprio materiale genetico nel grembo di una seconda donna.

Le indicazioni per l'uso di un utero surrogato sono l'assenza di utero, la presenza di un utero affetto da deformazioni congenite o da impossibilità di portare a termine una gravidanza o condizioni mediche che impediscano la gestazione. Il proposito è quello di riunire, dopo il parto, il bambino (i bambini) ai propri "genitori biologici".

Selezione delle gestanti surrogate

Le gestanti vengono selezionate dai genitori biologici per mezzo di agenzie selezionate. Dopo aver incontrato la gestante, potrete decidere se è la persona giusta per voi: questa persona farà parte della vostra vita per almeno 9 mesi e sarà responsabile della salute intrauterina del vostro bambino.

Valutazione delle gestanti:
1. Valutazione psicologica insieme al marito e ai genitori biologici
2. Valutazione della cavità uterina
3. Valutazioni ormonali ematiche
4. Test di screening delle patologie infettive per la conformità ai requisiti FDA (Federal Drug Agency): HIV 1 e 2, epatite B e C, toxoplasmosi, sifilide citomegalovirus (questi test devono essere eseguiti entro 6 mesi)
5. Test tossicologico sulle urine
6. Colture vaginali: Gonorrea (GC) e Clamidia (CT)
7. Pap test
8. Mammografia (se età > 40 anni)
Nota: Anche il marito dovrà sottoporsi ai test ematici e tossicologici per 6 mesi.

Si dovrà stipulare un contratto di natura legale tra i genitori biologici e la gestante al fine di evitare problemi futuri e di stabilire i diritti e i doveri di ambo le parti durante e dopo la gravidanza. Tutti le clausole sono a discrezione di ambo le parti e dipenderanno dalla relazione tra la coppia biologica e la loro gestante.

Oneri

La tariffa dell'agenzia è totalmente indipendente da quella del ciclo in sé. Per ulteriori informazioni, contattare il nostro reparto contabilità.

Percentuali di successo

La percentuale di successo con un utero surrogato dipende in larga misura dall'età della madre biologica, in quanto la fertilità dipende dall'età delle ovaie. Questo aspetto sarà affrontato in modo approfondito dal medico durante il consulto.

La maggior parte delle volte ci saranno o disposizione embrioni congelati per eventuali cicli successivi, qualora il primo non andasse a buon fine. Questo è a vantaggio delle vostre possibilità di successo.

Tempo necessario per un ciclo

Come in un ciclo di fecondazione assistita normale, la durata della stimolazione per la madre biologica sarà di circa 2 settimane prima del prelievo dell'ovocita. Solitamente il trasferimento dell'embrione nell'utero surrogato avviene 3 giorni dopo il prelievo dell'ovocita.

Per ulteriori informazioni, contattare Daniele Cardone, manager del programma, all'indirizzo danielec@cardonerepromed.com o al numero +117814389600 negli Stati Uniti.

TOP